Skip to content

Da Visitare

Refettorio seicentesco, con affresco rappresentante l’Ultima Cena in maniera interessante, perché

l’Autore (Aldovico Spagnolo), lasciando da parte gli antichi modelli, ha posto al centro, in primo

piano un bellissimo Gesù che distribuisce la comunione agli Apostoli. (1636).

 Nello Stesso Refettorio, Maioliche del 1740, donate al Convento dal Re di Napoli, e un portale

del 1500, unico residuo di quello che era la prima chiesa di cui parlano le cronache del Convento.

Le ieratiche statue della Chiesa, tutte del 1700.

Lo stupendo Organo, costruito nel 1750, da Mauro da Posillipo ( in una iscrizione interna si leg-

ge “Maurus a Pausillipo fecit, A. 1750).

Due maxi-pannelli moderni in maioliche, sotto l’arco della Chiesa, opera di Giuseppe Bilardi della Ditta Vietritaly di Vietri sul Mare (SA), ispirati alla Pace e inaugurati in occasione dell’anno della

Pace.

Sulla facciata della Chiesa, tre Ovali in maiolica del 1800 : Stemma francescano, San Francesco

sulla Verna e S.Antonio.

   La grotta ove fu rinvenuta l’icona della Madonna a Chieia.

   Il Monumento in simbolo a San Francesco, di Emilio Greco (1978), e la Statua in pietra eretta

nello stesso posto (II viale del Convento).

   Il Museo ove sono custodite le Opere del P. Giovanni Ascione.

   La Biblioteca, ove si possono ammirare oltre che i quadri del P. Carmelo Cuomo, anche delle

splendide maioliche di Capodimonte, del Maestro G. Pellati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: